«Pronto per il rush finale davanti al Parlamento»

In der Europapolitik würde sich etwas ändern
15/09/2017

«Pronto per il rush finale davanti al Parlamento»

Ignazio Cassis si dice “concentrato” in vista del giorno dell’elezione

Di Andrea Bertagni – GdP 15.9.2017

«Ora – spiega- inizia la fase meno spettacolare di tutte, ma più sensibile, perché i membri delle Camere sanno come giudicare».

  1. E’ pronto per il rush finale?

Ci sono nel bel mezzo! Con l’inizio delle audizione nei gruppi parlamentari è iniziata l’ultima e decisiva tappa della maratona.

Dopo una prima fase interna al Cantone Ticino, conclusasi il 1 agosto a Lattecaldo con la nomina, è iniziata la seconda tappa, finalizzata al sostegno del Gruppo parlamentare PLR alle Camere federali. Questa tappa si è conclusa a Neuchâtel lo scorso 1 settembre, con la candidatura ufficiale.

Da allora è iniziata la terza tappa: dopo due mesi dedicati ai media svizzeri, sono ora concentrato sul Parlamento. E’ la tappa più sensibile, perché i 246 membri delle Camere federali conoscono le regole del gioco e sanno come giudicare. E’ una fase discreta, poco spettacolare, ma decisiva. Ecco quindi il rush finale. Tra pochi sapremo com’è andata: sarà l’ora della verità!

  1. Tre cose che le sono dispiaciute. Tre cose che le sono piaciute.

Mi è dispiaciuto non potermi godere una bella estate: fino al 13 giugno mi rallegravo di poter finalmente tirare il respiro! Mi è anche dispiaciuto vedere che i veleni, peraltro attesi, siano stati particolarmente abbondanti. E da ultimo mi è dispiaciuto coinvolgere i miei famigliari, che hanno un po’ sofferto con me.

Mi sono invece piaciute le attestazioni discrete di affetto e stima, così come il sostegno unanime del Governo ticinese a quello del Grigioni Italiano e romancio. Mi è piaciuto avere avuto il privilegio di vivere un’esperienza unica, a 200 km/h e a 360 gradi: un’occasione irripetibile di crescita personale. E infine la presenza solida e discreta di mia moglie Paola, che mi ha iniettato la forza tranquilla per superare i numerosi ostacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *